Viva la pappa col pomodoro!

La pappa col pomodoro è una antichissima ricetta tipica della tradizione contadina toscana, in particolare fiorentina, un piatto nato per riciclare il pane raffermo.

Per prepararla a regola d’arte bisognerebbe utilizzare il vero pane casalingo toscano, vale a dire quello «sciocco», senza sale. 

La pappa al pomodoro si può cucinare tutto l’anno, utilizzando i pelati in scatola, ma è in estate, quando i pomodori sono maturi e succosi, che risulta davvero una delizia.

Una porzione media è di circa 300-500 grammi, e contiene dalle 165 alle 275 calorie.

La videoricetta di chef Lulù per 4 persone

Gli ingredienti della pappa col pomodoro

  • brodo di carne 1l e mezzo
  • 400 g di pane toscano raffermo
  • 500 g di pomodori maturi oppure passata di pomodoro di qualità, io uso quella di casa nostra.
  • Sale, pepe, basilico, olio bono magari una spolverata di pecorino alla fine.

Quale vino bere con la pappa al pomodoro

Un calice di Vermentino Acquafiora bello fresco!


cardi gratinati

I cardi gratinati

Quella dei cardi gratinati è una ricetta semplice, che necessita tuttavia di alcuni piccoli accorgimenti per diventare una vera e…
Read More
pane fatto in casa

Il pane fatto in casa

Fare il pane in casa è davvero molto semplice, bisogna solo prenderci un po’ la mano e non arrendersi di…
Read More
spezzatino di bollito

Lo spezzatino di bollito

La ricetta dello spezzatino di bollito fa parte delle gustosissime ricette antispreco ed è un’ottima soluzione per trasformare gli avanzi…
Read More
frittata

La frittata di pane

Quella della frittata di pane è una classica ricetta antispreco, di quelle pensate per non buttare un alimento pur prezioso…
Read More

Una toscana in cucina

Luana “Lulù” Fruzzetti è cuoca e pasticcera e dopo anni passati nelle cucine di ristoranti e locali della Versilia ha deciso di coltivare il suo grande sogno, quello di avviare una propria attività.

Lulù vive in luogo incantato, a 700 m di altitudine, tra prati e boschi di castagni, sui monti sopra Massa.

Qui coltiva il suo orto, per una cucina a km zero e con prodotti di qualità. I formaggi e le farine le arrivano da un pastore della zona, così come tutte le materie prime che impiega per cucinare le prelibatezze che ci presenterà.