Ogni produttore di vini, e prima ancora di uve, opera decine di scelte per far sì che il suo prodotto, il suo vino, gli somigli il più possibile.

ll vermentino e il vino rosso, due grandi passioni

Vermentino Acquafiora DOC

Vermentino Toscano

Il nostro Vermentino classico raccoglie le uve di diversi vigneti, tutti sulle scoscese colline di Candia, colline dalla difficile lavorazione a causa delle forti pendenze, che variano dal 30 al 45%.

Vermentino Cuore di Candia DOC

Vermentino toscano

È il “cru” aziendale, le cui uve derivano esclusivamente dal vigneto con esposizione che guarda al mare.

Un Vermentino importante, che non lascia mai indifferenti.

Scorciato DOC

Vino rosso toscano doc

Nello Scorciato, rosso del Candia,  le uve Sangiovese, Merlot, Canaiolo Nero, Ciliegiolo e Vermentino Rosso derivano da 3 vigneti. Un rosso profumato e mai eccessivo.

Pecora Nera

Vino rosso toscano doc

Pecora Nera è un vino rosso DOC che prende origine dalle uve selezionate di una singola vigna. Dopo un passaggio in barriques in rovere francese di 18 mesi, ecco Pecora Nera, un rosso DOC in edizione limitata e numerata, 1000 bottiglie in tutto, per altrettanti estimatori.

Vini naturali

La nostra passione per la campagna e l’amore per la vigna ci porta a scelte ben precise e facciamo tutto ciò che nel tempo abbiamo appreso perché l’uva abbia le caratteristiche giuste per entrare in cantina.

Diserbanti? No grazie!

Non usiamo diserbanti, viene operato un controllo costante contro l’eccessivo inerbimento, la vigna deve infatti convivere con le erbe locali e persino approfittare della loro presenza.

Trattamenti ridotti al minimo indispensabile

I trattamenti contro le malattie più pericolose della vite sono ridotti al minimo, teniamo sotto costante monitoraggio i terreni e gli interventi di concimazione vengono effettuati solo se è indispensabile, la vite è una pianta abituata a cercare da sola i nutrienti anche a distanze incredibili.

Per le potature stagionali, da cui dipende in gran parte la salute delle piante, impieghiamo tecniche che ogni anno si affinano grazie anche alla conoscenza dei terreni e delle vigorie di ogni angolo della vigna.

La fermentazione naturale

La fermentazione dei mosti viene fatta partire in maniera naturale: tre giorni prima dell’inizio della vendemmia raccogliamo un quintale di uva bianca, la pigiamo e insieme alle bucce la mettiamo in una vasca di acciaio mantenuta a temperatura costante.

Dopo qualche ora la massa di succo e bucce inizia a fermentare naturalmente e la “madre” comincia a prendere forma. Dopo due o tre giorni abbiamo una “madre” in piena fermentazione: la useremo per innescare le fermentazioni di tutte le nostre uve bianche e rosse.

Il vino e il lavoro in cantina

Altrettanto importanti sono le scelte in cantina: abbiamo deciso di lavorare i vini con precisa consapevolezza e continua attenzione per ridurre ai minimi gli interventi con i solfiti, minime ossigenazioni per i bianchi e temperature sempre controllate, un numero di sfecciamenti ridotto per lasciare lavorare i lieviti propri e un controllo continuo del prodotto per accompagnarlo fino all’imbottigliamento.

Solfiti ridotti al minimo indispensabile

Lavoriamo per sostenere le caratteristiche principali del vino fino a portarle in bottiglia. Suo è il contenuto di alcool, suoi i profumi, suo il corpo.

Equilibrio senza compromessi

Il vino deve ben rappresentare la sua provenienza e mai tradire il suo vitigno, per questo amiamo il vermentino, un vino equilibrato, con note di fiori bianchi o qualche sentore di frutti, mai selvatico o con note eccessive.

Tutti i vini di Cantine Ramarro sono certificati vini D.O.C.

Acquista online i vini di Cantine Ramarro