Il ciambellone alle noci

Il ciambellone alle noci è una ricetta della memoria, arriva delle campagne, per cui non tutti gli ingredienti sono pesati, vale la pena di provarla, però perché è davvero squisita.

Ce la racconta Mara Ravera, titolare e cuoca dell’Osteria della Luna a Pontremoli.

Mara è nata e cresciuta a Parma, ma vive e lavora a Pontermoli, terra di confine tra Toscana ed Emilia Romagna. Qui le contaminazioni tra le tradizioni culinarie delle due regioni sono frequenti e il risultato decisamente interessante.

La ricetta del ciambellone alle noci di Mara

Mentre preparo i vari ingredienti metto a bagno nella grappa un pugnetto di uva sultanina, quindi peso mezzo chilo di farina, 4 hg di zucchero, 150 gr di burro, 4 uova, la scorza grattugiata di mezzo limone, una bustina di lievito vanigliato.

Occorrono infine le noci e i pinoli, nella misura di una scodella, all’incirca 200 gr.

noci e vin orosso

Occorrono infine le noci e i pinoli, nella misura di una scodella, all’incirca 200 gr.

Si sbattono le uova intere con lo zucchero, si aggiunge il burro ammorbidito, quindi la farina, la grappa in cui avevamo ammollato l’uvetta, l’uvetta infarinata, le noci, i pinoli, (mettendone da parte qualcuno) e per ultimo il lievito.

Il composto va messo in una tortiera imburrata e infarinata, uno stampo a ciambella, del diametro 28 cm.

Prima di informare spolverate con zucchero semolato la superficie e appoggiate le noci e i pinoli lasciati da parte.

Cuocere in forno già caldo a 170 gradi per 40 minuti.

Il tempo dipende dal forno, ma la ciambella si farà capire, sarà pronta quando avrà la superficie dorata e un po’ screpolata. La prova dello stuzzicadenti sarà la prova del 9…

Buon appetito!